Castello della Pietra (Monte Antola)

Castello della Pietra (Monte Antola)
  • Castello della Pietra (Monte Antola)
Difficoltà Facile
Durata 1h 30' (solo andata)
Lunghezza km. 4,900 (solo andata)
Segnavia segnavia sentiero castellani + segnavia sentiero castellani
PayPal

Per oggi avevamo in programma una gita ai laghi del Gorzente con due amici e i loro due bovari bernesi, ma quando scopriamo che fino a fine settembre quest'itinerario non è accessibile ai cani decidiamo di "ripiegare" sul Castello della Pietra, maniero risalente all'anno 1000 perfettamente incastonato tra due roccioni del Monte Antola... l'escursione si rivelerà entusiasmante!inizio sentiero castello della pietra

Imboccata l'autostrada Genova-Milano ci dirigiamo a Isola del Cantone, e, usciti dal casello, proseguiamo a destra in direzione Vobbia. Lungo la strada provinciale incontriamo, sulla sinistra, un primo accesso al castello (si tratta del sentiero più breve: 20 minuti di cammino), ma noi proseguiamo per cercare il "sentiero dei castellani".

Poco prima di giungere a Vobbia, svoltiamo a sinistra per località Torre, un piccolo nucleo di case rurali, da cui parte la nostra escursione. Parcheggiata l'auto, non trovando alcuna indicazione, prendiamo una mulattiera che s'intrufola tra le case per poi salire tra i campi. Un bel sentiero ma ben presto ci rendiamo conto che non è la direzione giusta, quindi torniamo indietro e, grazie alle indicazioni di alcuni abitanti, troviamo il nostro sentiero: spalle alla casa con l'arco, la strada in ghiaia alla nostra destra.

Qui troviamo finalmente un pannello con tutte le indicazioni.

vista su VobbiaAttraversato un ponticello di legno, un sentiero pietroso, in dolce salita, ci conduce prima attraverso un bosco e successivamente in un tratto più aperto da cui possiamo godere di alcuni scorci sull'abitato di Vobbia. Giunti ad un bivio proseguiamo a sinistra sul “sentiero dei castellani” che avanza in piano.

Lungo il percorso, che si sviluppa prevalentemente nel bosco, sono segnalate 10 tappe che illustrano le caratteristiche del luogo e testimoniano le attività che anticamente vi svolgevano i contadini. Dopo il Poggetto, dove pare sorgesse una torre di avvistamento, incontriamo i resti del Secchereccio, dove venivano fatte seccare le castagne e la Piazzola del carbone, dove si produceva il carbone da legna. Seguono poi alcune tappe indicative del territorio:  Conglomerato, la roccia responsabile dell'aspetto particolare di questo luogo, e il Canyon, scavato dal torrente Vobbia, che possiamo osservare sotto di noi.castello della pietra (Vobbia)

Scendendo in un fitto bosco di castagni e noccioli giungiamo ad un altro ponticello che ci permette di attraversare un piccolo rio, dove i cani possono abbeverarsi, per risalire poi dall'altra parte del costone e arrivare in un punto in cui davanti a noi il si staglia il singolare castello. Nessuna foto può rendere l'idea della bellezza di questa singolare fortezza, inserita nella lista dei "Monumenti Nazionali Italiani".

Percorriamo ancora un tratto nel bosco e, superata sulla destra un'area di sosta attrezzata con tavoli e panche di legno (tappa n° 10), ci attendono ancora circa 15 minuti di marcia per arrivare ai piedi del Castello della Pietra a cui accediamo con una ripida scalinata.

Dopo un'immancabile visita al maniero (biglietto d'ingresso costa 5€; non è accessibile il torrione che permette di raggiungere la sommità) per il ritorno ripercorriamo il medesimo itinerario dell'andata, con pausa pranzo all'area di sosta.

Il nostro percorso GPS